martedì 1 maggio 2012

6 Maggio giornata internazionale della permacultura


 La permacultura è un sistema di agricoltura sostenibile, che si basa sulla coltivazione consociata di alberi perenni, arbusti, erbacee (legumi e "malerbe"), funghi e tuberi.
Si è diffusa negli anni 70 grazie al suo fondatore Bill Mollison che vedeva la permacultura come un insieme sinergico di piante e animali, in relazione con gli insediamenti umani, che puntava soprattutto all'autoapprovvigionamento della famiglia e della comunità, tutt'al più uno sbocco commerciale per quello che poteva eccedere le necessità di questo sistema.

Oggi più che mai la permacultura sembra essere una necessità di chi desidera un sistema ecosostenibile di coltivazione che rispetti la terra, le persone e che riduca gli sprechi.
Esiste una Accademia italiana di permacultura dove informarsi e apprendere tecniche e metodologie. Intanto ecco i principi della permacultura spiegati dall'Istituto italiano di permacultura




La terra e' un'entita' che vive e che respira. Senza cura e nutrimento ci saranno conseguenze troppo grandi per ignorarle.
L'icona della giovane pianta rappresenta la crescita biologica, un'ingrediente chiave per sostenere la vita su questo pianeta.

La cura della terra puo' essere intesa come cura del suolo vivente. Lo stato del suolo e' spesso la migliore misura dello stato di salute e del benessere della societa'. Ci sono molte tecniche differenti per accudire il suolo, ma il miglior metodo per dire se il suolo e' in buona salute e' di vedere quanta vita c'e' in esso.

Nessun commento:

Posta un commento