martedì 16 giugno 2015

La pacciamatura dell’orto

E' una copertura organica, infatti, svolge varie funzioni:
  • Mantiene l’umidità del terreno.
  • Contrasta la crescita delle infestanti.
  • Inibisce eccessivi sbalzi di temperatura del terreno.
  • Protegge dalle azioni sfavorevoli degli agenti atmosferici: il dilavamento o il compattamento causati dalla pioggia, l’erosione del vento e l’evaporazione dovuta a eccessivo irraggiamento solare.
  • Favorisce la proliferazione di lombrichi, fondamentali alleati dell’orto per la loro azione meccanica (areazione del terreno) e chimica (trasformazione dei composti del terreno).
Vanno pacciamati anche i passaggi, per esempio con segatura (da legno non trattato e non contenente colle), sempre con lo scopo di tenere sotto controllo le erbe spontanee e mantenere l’umidità del suolo: la segatura decomposta potrà poi essere utilizzata come pacciamatura per i bancali. Si possono utilizzare anche dei cartoni che, in caso di piogge battenti, evitano la formazione di fango e pozzanghere.
Ricordate, comunque, che più piante e ortaggi coltiverete sul bancale, più si ridurrà il bisogno di pacciamatura.

I materiali utilizzabili per la pacciamatura devono essere biodegradabili, possibilmente di facile reperibilità nella zona in cui viene creato l’orto e a basso costo.

Nessun commento:

Posta un commento